I Cms

CMS – Content Management System
Content Management System significa sistema di gestione dei contenuti; un cms è un software installato su un server web, il quale server gestisce le richieste di trasferimento di pagine web di un client, il cui scopo è facilitare la creazione e la gestione dei contenuti di un sito web, affinchè il web master, ovvero colui che progetta un sito web, possa lavorare senza conoscere determinate tecniche specifiche di programmazione web; questo significa che una volta definita l’estetica del sito, il web master ha solamente da inserire i propri contenuti, senza tener conto della formattazione del testo, del posizionamento dei documenti all’interno delle pagine, ecc. Questo è possibile grazie all’ uso dei Template, grafiche web preimpostate modificabili e sostituibili a proprio piacere.
Esistono cms creati appositamente per la pubblicazione di contenuti specifici come per esempio un’enciclopedia on-line, un forum, un blog, e cms generici, creati per la pubblicazione di diversi tipi di contenuti. Per contenuti intendiamo qualsiasi file che possa essere messo all’interno di una pagina web: testo, immagine, video, musica, software, ecc.
Un cms è suddiviso in due parti: una sezione di amministrazione che prende il nome di Back End con la quale si gestisce la produzione e la pubblicazione dei contenuti, e un’altra chiamata di applicazione che prende il nome di Front End con la quale il web master usufruisce dei contenuti messi a disposizione.
Questi software possono essere creati tramite vari linguaggi web, i più usati sono: ASP, PHP e MICROSOFT.NET, a livello di utilizzo però il linguaggio adoperato per la creazione è indifferente.
Abbiamo a disposizione molti cms, ma senza dubbio quelli più usati sono WordPress, Joomla e Drupal. Per poter sfruttare al meglio questi software dobbiamo delineare gli utenti di Back End e i loro ruoli di produzione e gestione dei contenuti, assegnare responsabilità e permessi a differenti categorie di utenti per diversi tipi di contenuti (per esempio nelle creazione di un sito web complesso, portato avanti da un gruppo di persone con mansioni diverse, il prodotto finale sarà frutto del lavoro di tutti e non del singolo), definire l’attività del flusso di lavoro (cioè definire un percorso per mettere insieme le varie parti del sito create dalle varie persone, facendole diventare una cosa sola, in aiuto di ciò si ricorre ad infrastrutture di messaggistica per mettere al corrente tutti gli operatori degli aggiornamenti avvenuti), tracciare e gestire le varie versioni del prodotto finale, pubblicazione di esso ed infine definire il palinsesto editoriale.
L’utilizzo più comune di questi software è indirizzato alla gestione di siti web, questi sistemi prendono il nome di wcms, web content management system; l’applicazione più utile di questi è la gestione dei portali Intranet, Extranet, Community, siti di E-commerce ecc.
Con i wcms possiamo definire i vari ruoli che avranno gli utenti, per esempio una categoria abilitata solamente all’inserimento di notizie, un’altra alla scrittura degli articoli ed altri utenti abilitati ad altre mansioni specifiche.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License