Progettazione di un sito web

Come-progettare-una-home-page-che-funzioni.png

Prima di creare un sito web bisogna rendersi conto a cosa si sta andando incontro. Perché creare un sito web richiede delle responsabilità e un impegno costante. Un'azienda che crea un sito web prima di tutto deve avere le idee chiare sugli obiettivi che vuole raggiungere attraverso la presenza online, cioè capire cosa si vuole ottenere dal sito web. Soltanto dopo essersi chiarito il "perché" si può procedere con il "come". Creare un sito significa anche creare un mondo, un complesso progetto di comunicazione. È perciò importante il tipo di comunicazione che si sceglie di fare, bisogno avere chiaro chi è il nostro pubblico. Per avere successo bisogna infatti riempire il proprio sito di contenuti di qualità e aggiornare i contenuti frequentemente. Quando si aggiorna spesso un sito web i motori di ricerca lo indirizzano più frequentemente verso probabili visitatori.
A livello tecnico un azienda o chiunque altro crei un sito web deve, per iniziare, scegliere un nome. Il nome ha grande importanza perché rappresenterà in modo significativo la nostra attività. Spesso però, usando spazio web gratuito il nome che abbiamo scelto potrebbe essere già occupato. Il nome deve centrare il mirino per conquistare subito il pubblico, si suggerisce perciò un nome facile da ricordare.
La seconda cosa da fare è creare un logo, che sarà il marchio del sito. Quando un visitatore conoscerà la nostra pagina, sarà più facile ricordarsi di essa se al nome associa anche un immagine.
Per sviluppare e creare un sito solido ed efficace è necessario seguire diverse fasi, identificabili convenzionalmente in tre principali:
fase cognitiva, fase progettuale e fase divulgativa.
FASE COGNITIVA
Per iniziare è importante definire quali sono i requisiti che il sito dovrà avere, farsi un’idea del progetto e della sua fattibilità. Il sito dovrà soddisfare totalmente le richieste del potenziale “cliente” che ne richiede la realizzazione e pertanto è necessario stabilirci un rapporto tale che, tramite domande mirate o questionari, possa garantirci un’esauriente raccolta di informazioni. Il dialogo con il cliente è quindi alla base della redazione del progetto (qualora il sito in questione sia invece già esistente e debba subire solo una ‘ristrutturazione’, dovranno essere indagati i motivi per i quali il sito non ha raccolto il pieno gradimento fino a quel momento, in modo da apportare modifiche e migliorarlo). Il dominio applicativo compreso dovrà, a questo punto, essere diviso in macroaree che permettano una logica disposizione degli argomenti. Una volta fatto ciò l’attenzione dovrà spostarsi sul riconoscimento e l’individuazione del potenziale target di utenti che andranno a visitare il sito e, in base a questo, dovranno essere scelte la tipologia e la specificità degli argomenti che verranno trattati al suo interno (sarà infatti diverso progettare un sito per bambini rispetto ad uno per adulti). Questa fase è quella che richiede più tempo. Spesso invece, colti dalla fretta, si tende a saltarla, pensando di risparmiare del tempo, sottovalutando che alla base della buona riuscita di un sito web è necessaria una meticolosa, precisa e dettagliata attenzione alla fase di progettazione.
FASE PROGETTUALE
In questa fase dobbiamo dedicarci all’elaborazione del sito, del suo design e della sua estetica. E’ importante ricordare che spesso siti molto ricchi di immagini ed animazioni sono molto gradevoli alla vista ed attirano l’attenzione del visitatore, ma di contro sono molto lenti nel caricamento, facendo spazientire l’utente. Per evitare ciò basterà trovare un giusto compromesso tra logica visiva e impatto visivo. Ma di cosa si tratta? Per logica visiva si intende un certo bilanciamento fra sensazioni visive dell’uomo e informazioni grafiche proposte dalla macchina: ad esempio dovremo tenere di conto che la lettura a video richiede molto più sforzo di quella su carta e quindi occorrerà lavorare sulle dimensioni del testo e sul contrasto dei colori. L’impatto visivo è ciò che permette al tuo sito di essere visitato istintivamente. E’ risaputo infatti che una buona, equilibrata e sapiente disposizione delle immagini, dei colori e delle animazioni renda accattivante anche il più spoglio dei siti. Ovviamente non dobbiamo dimenticare che il navigatore è su Internet principalmente per la ricerca di informazioni e non di immagini. Per la grafica del sito sarà necessario attenersi a parametri di coerenza, originalità (altrimenti finirà per essere come tutti gli altri), ordine e pulizia (in modo da non appesantire troppo il periodo di permanenza del navigatore sul sito) e compatibilità con tutte le risoluzioni grafiche. Inoltre occorre fare in modo che orientarsi e spostarsi all’interno del sito risulti semplice ed intuitivo anche per chi lo visita per la prima volta. Per questo il suggerimento è di mantenere, per esempio, la stessa interfaccia grafica in ogni pagina collegata, e progettare una struttura ad albero o a piramide rovesciata per i collegamenti che si creeranno tra le varie pagine web, prediligendo link orizzontali e la creazione di non molti livelli, andando sempre più nel dettaglio e riducendo quindi al minimo il numero di click necessari per la navigazione.
FASE DIVULGATIVA
Una volta terminato il sito, per renderlo visibile al popolo di internet, è necessario pubblicarlo sul web. Html è il linguaggio standard utilizzato per la realizzazione di pagine web. E’ importante ricordare che una volta che il sito si trova sulla vasta rete di Internet il lavoro non è ancora terminato! E’ indispensabile infatti preoccuparsi di una attenta e capillare pubblicità e divulgazione del prodotto in modo che sia conosciuto da più “navigatori” possibili. La pubblicizzazione può avvenire ‘online’ (tramite blog, forum e altri siti) ma anche ‘offline’ (appoggiandosi a riviste o eventi) anche se la principale e miglior strada è quella di sfruttare la conoscenza e il potere che ha Internet come mezzo di comunicazione. Il valore di un sito si basa prima di tutto sulla quantità e la qualità dei contenuti che offre sull’argomento che tratta e quindi, una volta che l’utente lo riterrà utile ed esauriente, sicuramente non perderà occasione di tornarvi e di condividere i contenuti. Per mantenere attendibile e florida la massa di contenuti è importante anche aggiornare periodicamente il sito, controllare accuratamente l’affluenza ed i commenti degli utenti e in particolare la concorrenza con siti analoghi tramite le statistiche.
Chiarito questo bisognerà acquistare lo spazio web, ne esistono però alcuni gratuiti anche se più limitati.
Ora bisogna iniziare a creare il sito vero e proprio. Ci sono due possibilità, la prima è scrivere da soli il codice di programmazione, questo però potrebbe richiedere molto tempo e basterebbe anche solo un errore per compromettere tutto il lavoro, e poi bisogna avere una buona padronanza di linguaggi come HTML, PHP, CSS e JavaScript. La seconda via è quella di scaricare sul proprio spazio web un CMS (content management system) che faciliterà di gran lunga il lavoro.
La prima pagina da creare è la Home Page. Prima di tutto bisogna studiare in modo accurato la disposizione dei singoli elementi nello spazio, perciò è consigliato fare prima una bozza su carta. Così si avrà la possibilità di decidere a cosa dare più importanza, per poterlo mettere in evidenza.
Nella Home Page saranno presenti in primo piano nome e logo e oltre a questi link che si collegano alle pagine secondarie. Da tenere presente che i link che collegano alle pagine secondarie sono fondamentali e perciò dovranno essere subito visibili. La loro disposizione e la scrittura dovranno essere chiare e pulite e anche la quantità non esagerata. Non obbligatoria ma consigliata una breve descrizione e/o un'immagine rappresentativa. Importante è anche la compatibilità con tutti i dispositivi, perciò il font che useremo dovrà essere presente in tutti i dispositivi, tra i più comuni ci sono Times New Roman e Arial, usando questi si può essere sicuri che tutti vedranno il nostro sito come volevamo noi. Dal punto di vista estetico si consiglia di usare in tutte le pagine lo stesso font. Oggi esistono anche gli smartphone e i tablet, perciò bisogna creare un sito web capace di essere visualizzato su qualsiasi tipo di dispositivo. La regola fondamentale nel progettare un sito web è la semplicità. La struttura della pagina deve essere funzionale agli scopi che si vuole raggiungere, deve perciò essere chiara, comprensibile ed evidente rendendo la navigazione sul sito naturale e fluida. Perché la navigazione sia più fluida bisogna assicurarsi che sia veloce, cioè deve essere breve la velocità di caricamento delle pagine, questo succede se le pagine non sono pesanti, bisogna quindi assicurasi che i contenuti (es. immagini) siano leggeri. Fondamentale perché un sito web abbia successo è la pagina dei contatti, non dovrebbe mai mancare.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License