Schermo

SCHERMI
Gli schermi utilizzati nei sistemi informatici si possono dividere in più categorie:

  • gli schermi basati su tubi a raggi catodici (CRT),
  • gli schermi a cristalli liquidi (LCD),
  • gli schermi organic light emitting diode (OlED),
  • gli schermi ultra HD (4K),
  • gli schermi high dynamic range (HDR).

Uno schermo di un personal computer in genere può visualizzare tra i 1024x768 e i 2048x1536 pixel (matrice di punti indirizzabili singolarmente) ,mentre i calcolatori dedicati a applicazioni grafiche possono a disporre di schermi con un numero di punti indirizzabili anche maggiore. Dopo la diffusione dei formati video panoramici si è avuta l'introduzione nel mercato dei personal computer con schermi caratterizzati da un rapporto larghzze:altezza diversa dallo standard 4:3.
Sono per esempio preseti schermi che arrivano a risoluzioni di 1920x1200, compatibili quindi con lo standard con la definizione della televisione ad alta definizione HDTV che prevede fino a 1920x1080 pixel.
Al video invece è associata una memoria RAM gestita come una matrice di bit, il valore di ognuno dei quali viene opportunamente convertito in un segnale convertito allo schermo, per stabilire se il corrispondente pixel deve essere acceso o spento.

schermi CRT
consiste in un tubo di vetro nel quale una collisione di elettroni emette un flusso di elettroni diretto da un campo elettrico verso uno schermo coperto di piccoli elementi fosforescenti detti fosfor, che emettono della luce per eccitazione quando gli elettroni gli elettroni li colpiscono, cosa che costituisce un punto luminoso detto pixel. Il problema principale dei monitor CRT è rappresentai dallo ingombro e dal peso: il tubo catodico ha bisogno di una profondità proporzionale alla diagonale dello schermo e quindi un video di questo tipo richiede tanto più spazio quanto maggiori sono le dimensioni dello schermo.
schermi LCD
gli schermi a cristalli liquidi sono una tecnologia di tipo trasmissivo, a valvola di luce, ovvero la luce bianca viene filtrata variando la quantità di luce che transita nel dispositivo ottenendo così i colori. la loro struttura cristallina, quando allineata, permette di agire sul campo elettromagnetico della luce, l'applicazione di un potenziale elettrico permette di cambiare l'allineamento dei cristalli. Gli LCD si possono suddividere in due categorie: IPS creati proprio per cercare di migliorare l'angolo di visuale e la riproduzione dei colori, qui le molecole dei cristalli liquidi si muovono parallelamente al pannello e non perpendicolarmente, inizialmente molto costosi oggi si sono ormai diffusi in tutto il mercato dei consumatori. e TN sono ampiamente utilizzati su i monitor e sui televisori, perché decisamente economici. Permettono tempi di risposta rapidi, presentano però limiti sulla rappresentazione dei colori, non riescono a rappresentare 16 milioni di colori ma solo 262 mila.
Gli schermi LCD sono caratterizzati da un basso consumo e dalle ottime prestazioni sotto la luce diretta del sole, presentano uno spessore limitato a pochi centimetri, indipendentemente dalle dimensioni dello schermo.
Gli schermi LCD offrono altri vantaggi rispetto ai motori CRT, come il peso ridotto e un minor assorbimento di potenza.

foto020_crt_vs_lcd.jpg

schermi OLED
Si tratta di una tecnologia a schermo piatto, costruita mettendo in serie diversi sottili strati organici fra due conduttori. Applicando corrente elettrica si ottime una brillante illuminazione, ma non come avveniva per la retro illuminazione degli schermi LCD, infatti gli schermi OLED presentano la proprietà di emettere luce propria. Gli strati sovrapposti operano un attrazione tra le particelle caricate positivamente e negativamente, quando è applicata la corrente l'energia passerà dal catodo all'anodo che stimolerà il materiale organico a produrre luce visibile attraverso lo strato di copertura in vetro. Gli schermi OlED sono in grado di dare colori più brillanti e luminosi degli schermi LCD, l'angolo di visuale è illimitato, i consumi sono molto bassi ed il nero è veramente nero. I prezzi però del processo produttivo sono ancora elevati.

samsung-display-oled-flessibili.jpg
Bibliografia
: Wikipedia. : full source reference

Nota:accennare alle nuove tecnologie in uso (4K, HDR)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License