Scratch

SCRATCH

Scratch è un linguaggio di programmazione e il suo ambiente di sviluppo e d'autore. Il linguaggio, ispirato alla teoria costruzionista dell'apprendimento e progettato per l'insegnamento della programmazione tramite primitive visive, è adatto a studenti, insegnanti e genitori, ed utilizzabile per progetti pedagogici e di intrattenimento che spaziano dalla matematica alla scienza, consentendo la realizzazione di simulazioni, visualizzazione di esperimenti, animazioni, musica, arte interattiva, e semplici giochi.

Come è nato

Il gruppo Lifelong Kindergarten del MIT Media Lab, guidato da Mitchel Resnick, e la sua società di consulenza con sede a Montreal Playful Invention Company, co-finanziato da quest'ultimo con Brian Silverman e Paula Bonta, ha sviluppato la prima versione desktop di Scratch nel 2003. Dal 2007, i progetti possono essere condivisi online con altri utenti e i progetti condivisi possono essere legittimamente "remixati", salvati con modifiche, dagli altri utenti.
Con l'introduzione della versione 2.0 di Scratch è stato reso possibile definire blocchi utente all'interno di un progetto.
Il nome deriva dalla omonima tecnica dello scratch usata dagli artisti del giradischi, i turntablist, alludendo alla facilità con cui è possibile missare e remixare i progetti Scratch.

Il linguaggio usato

Scratch prevede un approccio orientato agli oggetti (denominati Sprites).
Scratch è un linguaggio di programmazione che consente di elaborare storie interattive, giochi, animazioni, arte e musica. Inoltre permette di condividere i progetti con altri utenti del web.
L'idea di questo linguaggio è che anche i bambini o le persone inesperte di linguaggi di programmazione possono imparare importanti concetti di calcolo matematico, a ragionare in modo sistematico, a pensare in modo creativo e anche a lavorare partecipativamente.
Scratch è caratterizzato da una programmazione con blocchi di costruzione (blocchi grafici) creati per adattarsi l'un l'altro, ma solo se inseriti in una corretta successione, in questo modo si evitano inesattezze nella sintassi.

Interfaccia utente

L'area posta in alto a sinistra è il palcoscenico o "stage area", dove compaiono i risultati e il codice prende vita (es. animazioni, grafica, ecc., tutto in dimensioni piccole, normali o a pieno schermo) mentre gli Sprite, gli oggetti grafici su cui agisce il codice, sono elencati in basso.
Selezionando uno Sprite è possibile associarvi i blocchi di codice, selezionabili dall'area Script, dove sono raggruppati per argomento, trascinandoli nell'area del codice. Se uno Sprite ha associato del codice questo viene visualizzato nell'area a destra ed è possibile modificarlo. Qualsiasi blocco può essere provato con un doppio clic in modo da vederne in anteprima l'azione.

Nota: Aggiungere un immagine, un link al sito e a un tutorial di base

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License